Top Banner

Click here to load reader

Un anno di Baggio Percorsi di partecipazione Febbraio 2012 27.02.2012

May 01, 2015

ReportDownload

Documents

  • Slide 1
  • Un anno di Baggio Percorsi di partecipazione Febbraio 2012 27.02.2012
  • Slide 2
  • Percorsi di partecipazione La nostra visione Cosa significa per noi la partecipazione: Identificarsi con il territorio Mappare le realt associative Creare una rete per la condivisione di iniziative ed esperienze Comunicare Progettare Sperimentare 27.02.2012
  • Slide 3
  • Percorsi di partecipazione Il network delle associazioni Collaborazione e condivisione delle esperienze Approcci e tematiche differenti e complementari 27.02.2012
  • Slide 4
  • Presenza sul territorio Necessit di riprendere il contatto con la cittadinanza Percorsi di partecipazione Le elezioni Aperitivo militante: nuova modalit di diffusione Gazebo al Parco delle Cave Museo diffuso: giro per il quartiere Mafia a Milano Incontro pubblico con Rizzo, Gentili, Dalla Chiesa Incontro con Gentili per realizzare lattivit di formazione nelle scuole Via Cabella: dalla raccolta di firme alla richiesta di revisione del progetto Tre giorni elettorale: mostra e concerto Target di quartiere (bambini, giovani, anziani) Mostra darte 27.02.2012
  • Slide 5
  • Baggio allaria: cinema in quartiere Via delle arti e mestieri Mostra tessile Bart 25 aprile 2012 Percorsi di partecipazione Alcuni progetti ed iniziative condivisi Concerto darpe in Biblioteca Creazione di momenti di aggregazione Aggregazione culturale Sella Nuova Cascina Aperta 27.02.2012 Incontri in libreria Acqua Debito Stato sociale
  • Slide 6
  • www.baggiox.itNotiziario MI Z7Newsletter Percorsi di partecipazione La comunicazione Strumenti di condivisione e diffusione delle informazioni Rapporto diretto con la cittadinanza Questionari Volantini 27.02.2012
  • Slide 7
  • Questionario festa di Baggio sui principali problemi del quartiere Analisi risultati e definizione aree di intervento (mobilit, socialit, sicurezza) Elaborazione proposte Condivisione con la cittadinanza Presentazione proposta Monitoraggio Percorsi di partecipazione Prove di democrazia partecipata 27.02.2012
  • Slide 8
  • Percorsi di partecipazione Il progetto mobilit 27.02.2012 Definizione degli ambiti Ciclomobilit mobilit dolce Trasporti pubblici Manutenzione strade Analisi e definizione proposte Ciclomobilit: verifica sul campo ed elaborazione proposte di nuovi percorsi Rilevazione tempistiche mezzi pubblici e proposte di nuova mobilit nel quartiere Stato delle strade: verifica diretta e raccolta segnalazioni dei cittadini Condivisione Brochure illustrativa del progetto piste ciclabili Questionario sulle nostre proposte (web e cartaceo)
  • Slide 9
  • Percorsi di partecipazione e adesso? Le nostre aspettative x il futuro Decentramento - Rapporti con il Consiglio di Zona Cosa si aspetta la Giunta da noi Cosa ci aspettiamo noi dalla Giunta Strumenti per lesercizio della democrazia partecipata 27.02.2012
  • Slide 10
  • Percorsi di partecipazione Democrazia Rappresentativa/Diretta/Deliberativa/Partecipativa La Democrazia Rappresentativa non messa mai in discussione dalle altre forme di democrazia; anzi, rafforzata dallesercizio delle altre forme. La Democrazia Partecipativa un modello a cui ci si pu riferire a patto che venga pienamente condivisa da tutti gli organi istituzionali e popolari (associazioni, comitati, gruppi pi o meno organizzati). Lunico rischio per la Democrazia Rappresentativa la delegittimazione dovuta a forme troppo forti della Democrazia Partecipativa. La Democrazia Partecipativa un confronto argomentato che favorisce linclusione: si esercita rappresentando tutti gli interessi. 27.02.2012
  • Slide 11
  • Percorsi di partecipazione Democrazia Rappresentativa/Diretta/Deliberativa/Partecipativa La Democrazia Deliberativa lo strumento che consente lo scambio di opinioni che si esprimono prevalentemente tramite unassemblea - ha funzione conoscitiva: espressione delle dinamiche sociali (incontro di pi gruppi) - ha funzione paritetica: permette di sentirsi parte in causa e digerire decisioni poco popolari La Democrazia Diretta permette di esprimere consenso o meno a tutta la cittadinanza attraverso i referendum Tutte le forme di democrazia espresse sono catalogabili in Democrazia di Prossimit perch sono molto efficaci allinterno di comunit di piccole dimensioni (tutti gli attori conoscono perfettamente loggetto che determina la decisione). Tutte le forme di democrazia rappresentano un movimento di cittadinanza. 27.02.2012
  • Slide 12
  • Percorsi di partecipazione Strumenti Tutte le forme di democrazia a supporto della Rappresentativa, per funzionare, devono essere dotate di strumenti chiari e riconoscibili. Elenchiamo una serie di possibili riconoscimenti istituzionali: Sportello: attraverso uno strumento aperto al pubblico quale pu essere una sede del comitato, la sezione politica, la biblioteca, i vigili urbani ecc. Riconoscimento ufficiale: il potere centrale riconosce alcuni soggetti, sul territorio, che favoriscono lesercizio della dem. Partecipativa (giurie civiche?, osservatori popolari?). Facilitatori/trici: persone che, nominate dal presidio centrale (Giunta, Consiglio comunale, ecc.), favoriscono la raccolta di progetti ed istanze della cittadinanza organizzata per scopo o per esigenza: soluzione di micro conflitti (via Harar). Modelli istituiti ad hoc: assemblee periodiche con valenza consultiva. Revisione periodica del programma di zona: attraverso modulistica da raccogliere negli sportelli Chiedere conto agli eletti: singolarmente attraverso momenti pubblici Dare spazio agli esperti: dove esperti sono i soggetti che vivono il luogo e che vedono la trasformazione del territorio, sia sociale che di strutture. Non si parla di esperti tecnici altrimenti si tratterebbe di tecnocrazia. 27.02.2012