Top Banner
15

Lez 7 B Apparato endocrino · vascolarizzazione. Al contrario, le ghiandole esocrine liberano i loro prodotti attraverso dotti escretori sulla superficie del corpo (ghiandole sebacee

Feb 15, 2019

Download

Documents

LêHạnh
Welcome message from author
This document is posted to help you gain knowledge. Please leave a comment to let me know what you think about it! Share it to your friends and learn new things together.
Transcript

GENERALITA

Lapparato endocrino, costituisce il secondo grande sistema di

controllo dellorganismo. Insieme al sistema nervoso, esso coordina

e guida lattivit cellulare ma con una velocit dazione assai diversa.

Il sistema nervoso costruito per agire velocemente; esso infatti,

mediante gli impulsi nervosi, induce i muscoli e le ghiandole a

rispondere in modo rapido ai cambiamenti dellorganismo sia

interni che esterni. Lapparato endocrino invece, agisce molto pi

lentamente, dal momento che i suoi messaggeri chimici, gli ormoni,

vengono riversati nel sangue che li trasporta senza fretta attraverso

il corpo.

I pi importanti processi controllati dagli ormoni sono: la

riproduzione, la crescita e lo sviluppo, la mobilizzazione delle difese

corporee contro agenti nocivi, il mantenimento dellequilibrio

ematico degli elettroliti, dellacqua e delle sostanze nutritizie, la

regolazione del metabolismo cellulare e dellequilibrio energetico.

Rispetto agli altri organi del corpo quelli dellapparato endocrino sono

piccoli e poco vistosi, inoltre, non sono tra loro in continuit

strutturale o anatomica come avviene nella maggior parte degli altri

apparati. Pur avendo unorigine embrionale e caratteristiche

morfologiche e funzionali molto diverse e pur essendo

anatomicamente separate, queste ghiandole sono funzionalmente

legate tra loro: costituiscono una rete chimica di segnali, che, in un

continuo bilanciarsi di azioni e retroazioni, mantiene sotto controllo il

funzionamento di base del corpo intero assumendo un fondamentale

ruolo di mantenimento dellomeostsi *corporea.

*Omeostsi: capacit di una cellula o di un organismo vivente di

mantenere un equilibrio interno delle condizioni chimico-fisiche

nonostante il variare delle condizioni esterne. E una facolt di

autoregolazione che nelluomo sotto il controllo del sistema nervoso

ed endocrino.

PRINCIPALI GHIANDOLE ENDOCRINE

Sono lipofisi, la tiroide, le paratiroidi, le ghiandole surrenali, lepifisi (o

ghiandola pineale), il timo, il pancreas e le gonadi (ovaie e testicoli).

Lipotalamo, che una parte del sistema nervoso centrale, viene anche

considerato uno dei pi importanti organi endocrini, perch produce

numerosi ormoni.

Mentre alcune ghiandole endocrine svolgono esclusivamente funzione

endocrina (ipofisi anteriore, tiroide, surreni e paratiroidi), altre hanno

funzione mista, sia esocrina che endocrina (pancreas e gonadi). Le

ghiandole di entrambi i tipi sono formate da tessuto epiteliale, ma quelle

endocrine sono prive di dotti escretori, ed essendo che gli ormoni da esse

prodotti sono rilasciati nel sangue o nella linfa, esse hanno una ricchissima

vascolarizzazione. Al contrario, le ghiandole esocrine liberano i loro

prodotti attraverso dotti escretori sulla superficie del corpo (ghiandole

sebacee e sudoripare) oppure allinterno di organi cavi (pancreas esocrino

e gonadi).

IPOFISI

Detta anche ghiandola

pituitaria ha le dimensioni

di un chicco duva, pende

mediante un peduncolo

dalla superficie inferiore

dellipotalamo ed

accolta nella sella turcica

dellosso sfenoide. E

formata da due lobi

funzionali: lipofisi

anteriore o adenoipofisi

(tessuto ghiandolare) e

lipofisi posteriore o

neuroipofisi (tessuto

nervoso).

Correlazione ipotalamo-ipofisi

Nonostante le piccolissime dimensioni lipofisi anteriore controlla lattivit

di numerosissime ghiandole endocrine tanto da essere denominata

ghiandola endocrina dominante. Tuttavia non cos onnipotente come

potrebbe sembrare, infatti il rilascio di ciascuno dei suoi ormoni

controllato da ormoni rilascianti e da ormoni inibenti prodotti

dallipotalamo. Lipotalamo libera questi ormoni nel sangue del circolo

portale ipotalamo-ipofisario, che connette il circolo sanguigno

dellipotalamo con quello dellipofisi anteriore.

Lipotalamo produce anche altri due ormoni : lossitocina (rilasciata in

quantit rilevanti durante il parto e nella donna che allatta) e ladiuretina

nota come vasopressina o ADH, (ormone antidiuretico che induce la

ritenzione dacqua da parte dei reni) che vengono trasportati lungo gli

assoni delle cellule neurosecretrici ipotalamiche allipofisi posteriore per

essere immagazzinati. Successivamente essi sono rilasciati nel sangue in

seguito ad impulsi nervosi emessi dallipotalamo.

TIROIDE

E una ghiandola endocrina

localizzata alla base del collo,

subito sotto al pomo dAdamo,

abbastanza voluminosa e

costituita da due lobi uniti da

una porzione centrale ristretta

detta istmo. Produce due

ormoni, uno denominato

ormone tiroideo (T4) laltro

calcitonina (T3).

Strutturalmente formata da

piccole vescicole denominate

follicoli, che contengono

materiale colloidale viscoso,

denominato colloide dal quale

deriva lormone tiroideo, che

ha la funzione di regolare la

velocit alla quale il glucosio

viene ossidato e convertito in

calore corporeo ed energia

chimica.

PARATIROIDI

Sono minuscole masse di tessuto ghiandolare endocrino situate in corrispondenza

della superficie posteriore della tiroide, 2 superiormente e 2 inferiormente.

Solitamente si trovano due paratiroidi per ciascun lobo tiroideo, per un totale di

quattro, ma sono stati riportati casi con otto paratiroidi con alcune site in regioni al

di fuori del collo. Le paratiroidi secernano lormone paratiroideo (PTH) o

paratormone, che il principale regolatore dellomeostasi degli ioni calcio nel

sangue (accresce il livello di Ca 2+ nel sangue, azione opposta alla calcitonina).

GHIANDOLE SURRENALI

Ciascuna delle 2 ghiandole surrenali, dette anche surreni, situata sopra il polo

superiore del corrispondente rene. Essa consta di due organi strutturalmente e

funzionalmente diversi, ovvero formata da una parte ghiandolare (corteccia) e da

una parte di tessuto nervoso (midollare).

La sostanza midollare situata al centro ed avvolta dalla sostanza corticale.

La sostanza corticale contiene tre diverse zone cellulari, che producono tre gruppi

principali di ormoni steroidei denominati corticosteroidi:

- mineralcorticoidi (aldosterone) che regolano il metabolismo degli elettroliti e

dellacqua

- glucocorticoidi (cortisolo e cortisone) che regolano il metabolismo di proteine e

carboidrati

- ormoni sessuali (testosterone, progesterone, estrogeni)

La sostanza midollare invece, come il lobo posteriore dellipofisi, di origine

nervosa e quando viene stimolata dai neuroni del sistema nervoso simpatico,

rilascia nel circolo sanguigno, due ormoni chimicamente simili denominati

catecolamine:

- ladrenalina che agisce sulla muscolatura dei vasi sanguigni

- la noradrenalina che aumenta i ritmi cardiaco, respiratorio e mobilizza le riserve

energetiche come anche ladrenalina (reazioni di attacco e fuga).

ISOLE PANCREATICHE

Il pancreas una ghiandola mista, situata nella cavit addominale dietro allo

stomaco. Le isole pancreatiche denominate anche isole di Langerhans, sono le

ghiandole endocrine pi nascoste nel corpo; sono infatti piccoli agglomerati di

tessuto endocrino disseminati nel tessuto ghiandolare esocrino del pancreas che

produce enzimi coinvolti nel processo della digestione.

Le cellule insulari producono due ormoni principali linsulina ed il glucagone, che

regolano la quantit di glucosio nel sangue (glicemia), lavorando in modo

antagonista luno rispetto allaltro:

- linsulina ha unazione ipoglicemizzante, cio sottrae glucosio al sangue,

- il glucagone ha un effetto iperglicemizzante (come anche i glucocorticoidi,

ladrenalina e la noradrenalina).

EPIFISI

Detta anche ghiandola pineale, dal momento che ha forma conica simile ad una

pigna (da cui deriva il termine pineale) una piccolissima ghiandola situata nel

tetto del terzo ventricolo. Non si sa molto sulla sua attivit endocrina, si sa per certo

che essa sotto lo stimolo della noradrenalina prodotta dalle ghiandole surrenali,

produce la melatonina che va ad agire sullipotalamo regolando il ciclo sonno-veglia,

riposo-attivit, oltre che il ciclo ovarico. Essa inoltre controllata dal sistema

nervoso simpatico, attivato a sua volta da stimoli visivi: lassenza di luce ne stimola

la produzione, lesposizione alla luce la inibisce.

TIMO

Situato nella parte superiore del torace, dietro lo sterno, voluminoso nel neonato

e nel bambino e diminuisce di dimensioni nelladulto, mentre nella vecchiaia viene

quasi completamente sostituito da tessuto fibroso ed adiposo. Produce un ormone

chiamato timosina e, durante linfanzia, funziona da incubatore per la maturazione

di uno speciale gruppo di globuli bianchi del sangue i linfociti T, che svolgono un

ruolo importante nella risposta immunitaria.

GONADI

Producono ormoni sessuali identici a quelli secreti dalle cellule della corteccia

surrenale, ma in maggiore quantit.

Si distinguono in gonadi femminili od ovaie e gonadi maschili o testicoli.

Le ovaie sono organi pari, a forma di mandorla, situati nella cavit pelvica. Oltre a

produrre le cellule sessuali femminili o cellule uovo, secernono due tipi di ormoni

steroidei: gli estrogeni ed il progesterone. In realt le ovaie cominciano a funzionare

solo alla pubert, quando vengono stimolate dalle gonadotropine, prodotte

dallipofisi anteriore, ad entrare in attivit, secondo cicli mensili.

Gli estrogeni, stimolano lo sviluppo dei caratteri sessuali femminili primari (genitali

interni ed esterni) e secondari (peli pubici e ascellari e tono della voce), oltre a

cooperare col progesterone a preparare lutero ad accogliere luovo fecondato, ed a

preparare le ghiandole mammarie alla produzione del latte.

Il progesterone agisce con gli estrogeni nel determinare il ciclo mestruale, durante

la gravidanza inibisce le contrazioni della muscolatura uterina (azione opposta a

quella dellossitocina prodotta dalla neuroipofisi), in modo che lembrione non

venga abortito e concorre a predisporre le ghiandole mammarie alla lattazione.

I testicoli, sono organi pari di forma ovoidale, contenuti in un sacco situato

allesterno della cavit pelvica, lo scroto. Producono le cellule sessuali maschili, gli

spermatozoi ed anche gli ormoni sessuali maschili o androgeni, il pi importante dei

quali il testosterone, che stimola lo sviluppo e la maturazione dei caratteri sessuali

maschili primari (genitali interni ed esterni) e secondari ( crescita della barba,

sviluppo di ossa e muscoli robusti ed abbassamento del tono della voce) oltre a

stimolare limpulso sessuale maschile.

La funzione sia endocrine che esocrina dei testicoli inizia dalla pubert sotto

linfluenza delle gonadotropine secrete dallipofisi anteriore.