Top Banner
Fratelli, dieci anni di differenza, l'unica rimasta tra Massimiliano e Paolo, oggi soci della GEBA carni, ma prima "garzoni" dell'impresa di famiglia dopo aver lasciato entrambi la scuola prima del diploma. La voce narrante è per lo più quella di Massimiliano, il maggiore di loro, mentre Paolo si alza, scompare e ricompare, perché intanto di là ci sono i collaboratori, i clienti e i fornitori che chiedono di loro. "La nostra famiglia è di origine abruzzese", racconta, "nel 1980 mio padre Alberto, che aveva un'attività commerciale nel settore della carne, insieme ad un cognato, Bruno, si trasferisce a Magliano perché lì c'è un altro fratello". A Magliano rilevano la macelleria storica del paese, quella della signora Giustina, e la trasformano nella rivendita di polli, tacchini, conigli, per lo più lavorati in involtini, spiedini, arrotolati e altre prelibatezze. Così fino all'inizio degli anni '90, quando anche Massimiliano comincia a collaborare o, come lui dice, "a fare il garzone", "il lunedì mattina mi ritrovavo a disossare montagne di cosce di tacchino"; è il periodo in cui inizia anche la trasformazione e l'ampliamento dell'impresa che, poco dopo, Massimiliano lascia per due anni per fare altre esperienze. Alla fine degli anni '90 nuovi cambiamenti investono l'azienda: lo zio lascia l'attività, Paolo lascia la scuola e comincia anche lui a "fare il garzone", Massimiliano torna più "carico che mai" per portare avanti l'attività imprenditoriale che ormai è tutta nelle mani della famiglia, compresa mamma Adele che tutti a Magliano ricordano dietro al banco. Nel '97 pur rimanendo nella stessa strada, cambiano locale: hanno così più spazio per lavorare e nel giro di un anno raddoppiano il fatturato. Dall'Abruzzo hanno portato un prodotto tipico, "gli arrosticini di pecora", che intanto hanno cominciato a commercializzare: l'idea di Massimiliano è produrli visto che all'apparente diniego di alcuni corrisponde un grande successo di vendite. Nel 2006 comincia la produzione, i ristoranti di Roma ne decretarono il successo e successivamente grossisti e distributori lo confermano. Nel 2010 sono costretti dalle esigenze produttive a cercare un posto più grande e, non trovandolo a Magliano, si spostano nella vicina Calvi.
3

La storia di GEBA...h o ] u U u v } v ] u } v Ì U o u } P o ] X ^ ^ U Z } o Z P µ ] o Ì ] v U D ] u ] o ] v } W } o } Z v v } ] v µ ] v v ] u } µ v Z µ ( u ] P o ] X ...

Apr 19, 2021

Download

Documents

dariahiddleston
Welcome message from author
This document is posted to help you gain knowledge. Please leave a comment to let me know what you think about it! Share it to your friends and learn new things together.
Transcript
Page 1: La storia di GEBA...h o ] u U u v } v ] u } v Ì U o u } P o ] X ^ ^ U Z } o Z P µ ] o Ì ] v U D ] u ] o ] v } W } o } Z v v } ] v µ ] v v ] u } µ v Z µ ( u ] P o ] X ...

Fratelli, dieci anni di differenza, l'unica rimasta tra Massimiliano e Paolo, oggi soci della GEBA carni, ma prima "garzoni" dell'impresa di famiglia dopo aver lasciato entrambi la scuola prima del diploma. La voce narrante è per lo più quella di Massimiliano, il maggiore di loro, mentre Paolo si alza, scompare e ricompare, perché intanto di là ci sono i collaboratori, i clienti e i fornitori che chiedono di loro. "La nostra famiglia è di origine abruzzese", racconta, "nel 1980 mio padre Alberto, che aveva un'attività commerciale nel settore della carne, insieme ad un cognato, Bruno, si trasferisce a Magliano perché lì c'è un altro fratello". A Magliano rilevano la macelleria storica del paese, quella della signora Giustina, e la trasformano nella rivendita di polli, tacchini, conigli, per lo più lavorati in involtini, spiedini, arrotolati e altre prelibatezze. Così fino all'inizio degli anni '90, quando anche Massimiliano comincia a collaborare o, come lui dice, "a fare il garzone", "il lunedì mattina mi ritrovavo a disossare montagne di cosce di tacchino"; è il periodo in cui inizia anche la trasformazione e l'ampliamento dell'impresa che, poco dopo, Massimiliano lascia per due anni per fare altre esperienze. Alla fine degli anni '90 nuovi cambiamenti investono l'azienda: lo zio lascia l'attività, Paolo lascia la scuola e comincia anche lui a "fare il garzone", Massimiliano torna più "carico che mai" per portare avanti l'attività imprenditoriale che ormai è tutta nelle mani della famiglia, compresa mamma Adele che tutti a Magliano ricordano dietro al banco. Nel '97 pur rimanendo nella stessa strada, cambiano locale: hanno così più spazio per lavorare e nel giro di un anno raddoppiano il fatturato. Dall'Abruzzo hanno portato un prodotto tipico, "gli arrosticini di pecora", che intanto hanno cominciato a commercializzare: l'idea di Massimiliano è produrli visto che all'apparente diniego di alcuni corrisponde un grande successo di vendite. Nel 2006 comincia la produzione, i ristoranti di Roma ne decretarono il successo e successivamente grossisti e distributori lo confermano. Nel 2010 sono costretti dalle esigenze produttive a cercare un posto più grande e, non trovandolo a Magliano, si spostano nella vicina Calvi.

Page 2: La storia di GEBA...h o ] u U u v } v ] u } v Ì U o u } P o ] X ^ ^ U Z } o Z P µ ] o Ì ] v U D ] u ] o ] v } W } o } Z v v } ] v µ ] v v ] u } µ v Z µ ( u ] P o ] X ...

Nel 2013, poco dopo il trasferimento nel nuovo stabilimento, il padre ha un incidente mortale e da un giorno all'altro Massimiliano e Paolo si ritrovano sulle spalle tutta la responsabilità dell'azienda e un grande dolore da elaborare. Ma ormai hanno maturato un’esperienza che consente loro, dopo "lo sconforto", di prendere in mano l'azienda e di condurla da veri imprenditori, come si vede dai risultati. Naturalmente il loro prodotto di punta sono gli arrosticini ma non più solo di pecora, anche di angus e di chianina. A questi si aggiungono salsicce, porchettine e hamburger, con una linea di prodotti freschi e una congelata.

Da qualche tempo hanno cominciato a distribuire i prodotti anche in Francia. Per migliorare le loro performance anche ai fini dell'esportazione in altri paesi, dove hanno già contatti, stanno completando la certificazione HALAL. A contribuire alla organizzazione produttiva, una cooperativa di macellazione e poi stabilmente Marina, David, Erik, Alessandro, Vasco, Luca, Massimo e Ludovica; a loro nei periodi di punta si aggiungono altre persone.

Page 3: La storia di GEBA...h o ] u U u v } v ] u } v Ì U o u } P o ] X ^ ^ U Z } o Z P µ ] o Ì ] v U D ] u ] o ] v } W } o } Z v v } ] v µ ] v v ] u } µ v Z µ ( u ] P o ] X ...

Ultime, ma non per importanza, le mogli. Sì, perché oltre che guidare l'azienda, Massimiliano e Paolo hanno in questi anni messo su anche due famiglie. Così Antonella e Letizia danno entrambe dall'esterno una mano a risolvere gli adempimenti burocratici, ma probabilmente il loro sostegno più importante è nella cura delle rispettive famiglie nelle quali, oltre agli adulti, ci sono ben sette figli, tutti maschi. Chissà se qualcuno di loro sta già pensando di essere la terza generazione della GEBA!? Ne varrebbe la pena, perché Paolo e Massimiliano hanno in serbo un nuovo grande progetto che nei prossimi mesi vedrà la luce! .....e quella sarà un'altra storia!

Loc. San Carlo (26,57 km) 05032 Calvi Dell' Umbria, Umbria, Italy www.gebacarni.it Fb: GE.BA. CARNI SRL Tel. 351 975 5504 (dalle 9:00 alle 15:30) [email protected]